Trama: Il mago Mordain cerca nella foresta gli ingredienti per le sue formule, ma sente avvicinarsi i Puffi e li cattura per portarli al suo laboratorio nel castello del suo re Argon. Johan si offre di tornare al castello per chiedere a Madame Barbara una cura, mentre gli altri preferiscono non avventurarsi a causa del temporale in arrivo. Più tardi rimprovera i rivoltosi che gli hanno disubbidito equiparando il loro comportamento a quello degli umani. Il risultato sono delle ciambelline blu che vengono servite a colazione. Tutti li cercano, ma l'arrivo di una tempesta complica la situazione. Tutti gli altri Puffi hanno una lunga barba bianca e gli chiedono di aiutarli nei lavori, visto che lui appare ancora giovane e in forze. Inventore allora costruisce un'enorme cucina automatica, ma l'eccesso di cibo prodotto porta presto allo spreco. Purtroppo però la ruota fuori controllo sta per travolgerlo quando Sognatore gli salva la vita. Johan inizia a sospettare che con loro viaggi un impostore, ma assieme a Savina viene addormentato dal finto re che fugge col tesoro. Solfami è spaventato dai rumori e quando vede una campana suonare da sola appare un fantasma che lo terrorizza. Picklick e Rubinia appariranno fugacemente tra gli invitati al matrimonio di Laconia nello speciale "Puffosamente tua" in coda alla quarta stagione. Grande Puffo ricorda di aver avuto la stessa forma di allergia trecento anni prima durante l'eruzione del vulcano Stropuffoli e decide di far evacuare Pufflandia. Padre Tempo dà la colpa ai Puffi, ma Madre Natura capisce che spetta a loro due rimettere tutto a posto con un incantesimo. Tutto intorno ritorno com'era e Pufflandia risplende più di prima sotto la stella in cima all'albero di Natale. Poco dopo i tre Puffi scoprono che l'alito caldo del drago tanto temuto dai Moliani, non è altro che il rifrangersi dei raggi solari sulla Pietra Puffa che riescono a portare al villaggio. Burlone, deluso dal suo mito, gli dà del codardo e si lascia catturare, ma Melchiorre reagisce e fa scomparire Gargamella nella scatola magica del "magnifico scherzo" che Burlone non era riuscito a realizzare al villaggio. Leopold imprigiona tutti ed allaga la cella, ma Gerardo riesce a fuggire in tempo da un passaggio segreto. Acquarius spiega alla figlia che un Puffo nel mare è come una sirena fuori dall'acqua e che se lo ama veramente dovrà lasciarlo. Il perfido guardiano di Avalon si rivedrà fugacemente nello speciale "Puffosamente tua", inserito in fondo alla quarta stagione, in cui appare per pochi istanti senza parlare tra gli invitati al matrimonio del folletto muto Laconia. Le promesse di vendetta da parte di Forzuto vengono subito sedate da Grande Puffo che spiega come i soldati non sapessero dell'esistenza del villaggio. Curiosità: La storia si basa sul fumetto del 1960 della collana John & Solfami intitolato "L'anneau des Castellac", in cui i Puffi non appaiono. Grande Puffo capisce il suo linguaggio e spiega agli altri che si tratta di un principe trasformato da un mago cattivo con un incantesimo che diventa irreversibile dopo tre giorni e ormai è già arrivato al terzo giorno. Le fiamme vengono spente da Inventore e Forzuto che collaborano dimenticando lo spirito agonistico e decidono di ricostruire il villaggio. Inoltre anche il carro dei pompieri è un po' diverso rispetto a quello dell'episodio: è sempre ricavato da una grande pentola che però è di metallo e non di terracotta, ha il coperchio, la campanella, l'ascia, gli scalini laterali e poggia su una base di legno anziché direttamente sulle ruote. Il cane viene messo a tacere con un enorme pollo da mangiare e i bambini corrono tra le braccia del padre a cui raccontano che i Puffi li hanno salvati. I tre Puffi però vengono sorpresi ad origliare e l'alchimista decide di utilizzarli nel suo attacco al castello. I compagni della foresta liberano Robin Puf e poco dopo il principe, convinto del tradimento di Marian, la rinchiude nella torre. Intanto i quattro Puffi originali rimansti nella caverna capiscono di aver portato troppo indietro il tempo e di aver incontrato loro stessi mentre cercavano la palla. Giunta la sera, a Pufflandia Solfami si trasforma di nuovo e cattura tre Puffi per portarli da Radna. Morena chiede aiuto a Forzuto che si immerge e lo salva appena in tempo. Ma ormai è tardi per portare in regali in tempo con una semplice slitta. Poco dopo Segugio guida una spedizione alla sua ricerca che termina sulla montagna nebbiosa. I Puffi che hanno assistito al rapimento di Savina vanno a cercare Johan e Solfami e li conducono al nascondiglio dei rapitori, per liberare la principessa e il bambino, mentre anche la maga li raggiunge e trasforma i cattivi in topi. Nell'adattamento italiano dell'episodio viene modificato il discorso di Quattrocchi sul lato est e sul lato ovest del villaggio che hanno modi diversi di fare le cose. Poco dopo la slitta viene assalita da un uomo incappucciato e i due bambini si allontanano dal nonno ferito per cercare aiuto e arrivano a casa di Gargamella che si rifiuta di aiutarli. Gargamella decide di sfruttare la situazione a suo favore e promette al gigante di cucinargli uno stufato di pietre in salsa di fango condito con cappelli di Puffo e ovviamente lo manda alla ricerca di sei Puffi. I Puffi assistono alla scena e Grande Puffo chiede agli altri di cantare e di credere in ciò che cantano perché il potere dell'amore può vincere sulla malvagità. Inventore appare sempre senza la matita sull'orecchio. Trama: I Puffi preparano una festa per l'arrivo delle stelle comete e Sognatore è eccitato per l'evento. Grazie all'aiuto di una marmotta, Quattrocchi trova una via di fuga e salva appena in tempo i suoi amici. Pronunciando la frase magica il porridge si arresta e la pentola viene riconsegnata alla legittima proprietaria. L'indomani si presentano al castello quattro sedicenti eredi che iniziano a litigare tra loro, ma poco dopo arriva il servo di Jean De Baufort dicendo che solo il suo padrone ha l'emblema. I Puffi vivono mille disavventure: vengono inghiottiti da una balena (a misura di Puffo), finiscono nella rete di un pescatore, vengono assaliti dai pirati e inseguiti dalle api. Inventore, con Puffo Meccanico e Stonato salva il cervo dai cacciatori e subito dopo Grande Puffo pronuncia le parole magiche che fanno riacquistare le proprie sembianze a re Gerardo, mentre Malcor prende l'aspetto del cervo nero al suo posto. Intanto Grande Puffo scopre il nascondiglio degli oggetti rubati nella cavità di un albero vicino a casa di Omnibus. ... i puffi streaming, i puffi cartoni, i puffi episodi in italiano, i puffi canzone, i puffi sanno, i puffi 3 e i puffi youtube. Poco dopo arrivano i Puffi per festeggiare con lui il solstizio d'estate, ma trovano solo Johan e Solfami con una statua di ghiaccio che si sta liquefacendo. Poco dopo l'ambasciatore riabbraccia suo figlio e i Puffi tornano al villaggio senza aver compreso l'accaduto. Riprese le sue sembianze on un antidoto, Grande Puffo decide di fare un bel discorso alsuo maldestro assistente e gli spiega che quando si è ospiti in casa d'altri bisogna rispettare le loro abitudini anche se non si è d'accordo. Curiosità: La storia è ispirata alla tragedia di William Shakespeare "Romeo e Giulietta" con contaminazioni del romanzo "I tre moschettieri", opera del 1844 di Alexandre Dumas. Puffetta decide di portarlo al villaggio per curarlo. Il primo incontro tra Johan, Solfami e i Puffi in realtà avviene su carta nella storia del 1958 intitolata "Il flauto a sei Puffi", uno dei pochi albi a non essere trasposto in TV. Curiosità: Dopo l'incontro col bambino la bocca di Puffetta rimane disegnata nello stesso punto anche quando lei si volta e continua a parlare con un'altra bocca. Finalmente iniziano i giochi. Cercando una pozione per farlo obbedire ai suoi ordini, Radna trova tra i suoi filtri magici la salsa di lupo, ma legge sull'etichetta che funziona solamente con la luna piena. Solo Grande Puffo capisce che quella musica è diversa dal solito e che è ispirata dalla paura e dopo aver intuito l'accaduto chiede al Burlone di preparargli una grossa sorpresa da portare a Gargamella. In realtà non appena Pittore dipinger qualcosa, questa scompare e quando arriva il turno del ritratto di Grande Puffo anche lui sparisce e rimane imprigionato sulla tela. Qualche tempo dopo Puffetta decide di coltivare la sua nuova amicizia e porta il pranzo a Contadino; vedendogli una poesia tra le mani gli chiede di leggerla e il Puffo timidamente recita: "L'amore è come una cipolla, con le lacrime riempie un'ampolla. Quattrocchi indossa la salopette di Inventore quando cade a terra dopo aver distrutto gli strumenti musicali. Pervinca confessa al padre e ai Puffi di aver agito per gelosia, ma Vanitoso la comprende pensando che sarebbe stato impossibile non esserlo... Curiosità: Il fiore sul cappello di Vanitoso cambia spesso posizione, così come il tatuaggio sul braccio di Forzuto. Curiosità: Il Grande Libro dei Sortilegi (o degli Incantesimi in altri episodi) apparirà spesso all'interno di questa stagione e tornerà anche nel corso della settima stagione nell'episodio "Una lezione per Lenticchia" in cui nell'adattamento italiano verrà chiamato semplicemente Libro degli Incantesimi, mentre nella versione originale manterrà la dicitura di "Great Book of Spells". Quattrocchi dice a tutti di abbandonare i lavori e di andare a fare il bagno nel fiume, ma la pioggia arriva poco dopo e penetrando nel laboratorio di Grande Puffo si mescola con le sue pozioni generando una valanga verde che spazza via i Puffi. Tontolone e Puffetta si incontrano, ma all'arrivo delle guardie lei fugge via, mentre lui decide poco dopo di cercarla per chiedere la sua mano. Il topino però torna indietro e rimane nel villaggio. Presto decide di agire come un re e quando vede la grande pentola che i Norf Nags calano dal soffitto per farla riempire di gioielli, Sognatore sale sul calderone assieme al custode per andare a conoscere l'aspetto dei nemici che gli orsetti non hanno mai visto. Cercando di capire il funzionamento della clessidra, la rompono e vanno fuori per vedere cosa è successo, trovando tutto immobile, gli animali e perfino le copie di loro stessi che stavano per raggiungerli con Grande Puffo. Anche questa volta è un insuccesso e il mago decide di passare dall'acqua al fuoco. Curiosità: Questo episodio introduce Laconia, che diventerà un personaggio ricorrente fino alla stagione 6. Recatosi da Gargamella sfida la gatta, ma ricomincia a starnutire e si lascia catturare. Chiaramente non può essere a conoscenza dell'esistenza di Nonno Puffo, Selvaggio e Nonna Puffa che entreranno nella serie rispettivamente nella sesta, settima e ottava stagione, ma dovrebbe ricordarsi del Puffo Gustino che nella quinta stagione farà ritorno al villaggio dopo molti anni di assenza. Anche lei in realtà sta ingannando Gargamella, perché il fischietto che gli ha promesso è solo il richiamo per il suo avvoltoio. Come in quella storia, anche in questa viene comunicato il numero dei Puffi, che risultano essere 99, considerando che Grande Puffo non è presente e che Baby Puffo è esculso dal conteggio dei votanti; di conseguenza il totale è sempre 101. Puffetta decide di scrivere una lettera di protesta, ma deve rassegnarsi come gli altri a dover perdere il piccolo. Il personaggio di Cupido tornerà sporadicamente anche nelle stagioni successive. Gargamella sembra essere rimasto a bocca asciutta, ma poi si accorge di avere addosso il volume dietro il quale era nascosta la scatola. Grande Puffo cerca tra i suoi libri le rocce necessarie e ne individua due su tre ovvero l'obelisco sulla montagna colpito dai raggi del sole e l'amuleto di Pietra Lunare che il druido recupera dal sottosuolo per risvegliare i compagni. Il gigante, non riuscendo a distruggere la goccia di rugiada, la usa come palla finché Pauroso non è costretto ad usare la bacchetta per liberarsi. proseguendo le celebrazioni del 50 anniversario, ecco un altro dvd speciale dedicato ai personaggi della serie: protagonista di questi episodi e' puffetta, la beniamina di tutti i puffi. Il bambino però disubbidisce ed arriva a Pufflandia. Nel fumetto Cordelia si chiama Genevieve e non è Solfami a doverla sposare, ma deve solo chiedere la sua mano per uno dei nipoti del re. Trama: Le esigenze tipicamente femminili di Puffetta non vengono comprese dagli altri Puffi e lei si allontana dal villaggio. Con l'inganno riesce a catturarlo ed a sfilargli gli stivali con cui salva gli altri. Curiosità: In questa storia riappare la signora Sourberry, l'anziana domestica di re Gerardo, già vista nella prima stagione nell'episodio "Il Puffo Meccanico". Puffetta e i suoi amici Forzuto, Tontolone e Quattrocchi, attraversano la foresta incantata per scoprire un leggendario villaggio dei Puffi prima che lo faccia la loro nemesi, il malvagio mago Gargamella. Trama: Al villaggio tutti giocano con gli aquiloni, ma Inventore esaudisce un desiderio di Sognatore costruendone uno gigante con un cesto attaccato sotto, in cui entrambi entrano assieme a Quattrocchi e Tontolone. … Solo Grande Puffo riesce a mettersi al riparo e con l'aiuto di un alce riuscirà a salvare gli altri. L'adattamento italiano peggiora la situazione in quanto, per motivi incomprensibili, chiama principessa quello che è senza ombra di dubbio è un maschio ed omette il suo nome come quello della regina. Babbo Natale intanto sta preparando i giocattoli da portare ai bambini, quando sente guaire un piccolo cagnolino sperduto fuori dalla sua porta e lo accoglie in casa. Quattrocchi vuole già pensare ai giochi dell'anno successivo, ma Grande Puffo gli dice che hanno causato troppi guai e che è meglio disputarli ogni 4 anni... Curiosità: L'episodio speciale, andato in onda in America il 20 maggio 1984, in occasione delle imminenti Olimpiadi di Los Angeles si basa su varie storie a fumetti di Peyo.

Matematica Online Gratis, Francesco: Significato Nome, Roberto Insigne Stipendio 2020, Cumulo Giuridico Multe, Anni Ruggenti Significato, Santa Lucia Testo Napoletano, Attico Roma, San Giovanni Privati Vendesi, Francesca De Andrè Twitter, Canzone Per Un Padre Che Non C'è Più, Webcam Passo Del Muraglione, Neo Genitori Sinonimo,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment